IMG_0285

EVENTO COLDIRETTI-PHILIP MORRIS NAPOLI 23 APRILE 2013

celebrato l’anniversario della collaborazione

Accordo Coldiretti – Philip Morris, con sigaretta a Km0 salvi 50mila posti lavoro

Rinnovato il modello operativo, rilanciata competitività e sostenibilità del tabacco italiano,

NAPOLI - Un incontro a Napoli tra mille agricoltori provenienti dalle principali regioni ‘tabacchicole‘ italiane per celebrare l’anniversario della collaborazione raggiunta fra l’associazione di categoria Coldiretti e Philip Morris Italia che ha rilanciato la competitivita’ e sostenibilita’ del tabacco italiano.

LAVORO IN SALVO – «L’Italia e’ il primo esportatore di tabacco in Europa, con un forte e riconosciuto impatto occupazionale di circa 50mila addetti concentrati nelle regioni di Toscana, Veneto, Umbria e Campania dove, nonostante la crisi, il lavoro e’ stato messo in salvo dall’innovativa formula del chilometro zero introdotta per la prima volta nel settore». Lo afferma in una nota la Coldiretti all’indomani dell’incontro, «L’intesa costituisce un risultato importante – si sottolinea nell’intervento – soprattutto per quelle aree dove da una parte la disoccupazione e dall’altra il mercato illecito del tabacco, raggiungono dimensioni particolarmente rilevanti, economicamente patologiche, che possono essere arginate e combattute soltanto con la presenza fattiva di aziende agricole qualificate e trasparenti, come quelli che aderiscono alla collaborazione Coldiretti-Philip Morris Italia».

LA COLLABORAZIONE - La collaborazione tra la nota produttrice di sigarette e la Coldiretti ha rinnovato il modello operativo per gli acquisti di tabacco italiano e accorciato la filiera, difendendo la redditivita’ e salvaguardando l’occupazione. Grazie all’accordo, raggiunto nell’ottica del Verbale d’intesa siglato da Philip Morris Italia e dal ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, e’ stato possibile, infatti, riqualificare a tutti i livelli la collaborazione con i tabacchicoltori e con gli altri attori della filiera produttiva. «L’accordo con Philip Morris Italia ha permesso di rendere la tabacchicoltura piu’ sostenibile e piu’ competitiva ma soprattutto ha offerto una prospettiva al settore in una ottica di miglioramento dell’efficienza di filiera in cui la Coldiretti e’ fortemente impegnata».

23 aprile 2013

IMG_0278IMG_0276[1]

IMG_0296[1]IMG_0297[1]

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone
11